Calci, pugni, sedie che volano. Da una parte un gruppo di giovanissimi e dall’altra un secondo, entrambi capeggiati da due ragazzine. Con il centrale corso della Repubblica, a Cassino, trasformato in un ring clandestino e, immancabile, chi riprende tutta la scena con uno smartphone, realizzando un video diventato presto virale. Tanto a Roma quanto nelle province il fenomeno delle violenze tra minorenni sta diventando sempre più inquietante e quanto avvenuto nello scorso fine settimana nel basso Lazio ne è la conferma.