Il caso Angela Celentano è stato tra quelli che ha sconvolto l’opinione pubblica il giorno in cui, il 10 agosto del 1996, la bambina scomparve nel nulla. Da allora, smarrita sul Monte Faito durante una gita, la sua famiglia non ha avuto più notizie su di lei. Ora, dopo le innumerevoli segnalazioni ricevute negli anni, si è riaccesa una nuova speranza: una ragazza sudamericana è in attesa di fare il test del DNA.

Caso Angela Celentano, una ragazza sudamericana attesa in Europa per sottoporsi al test del DNA: le parole del legale

La ragazza, che visivamente somiglierebbe molto alle sorelle della (allora) piccola Angela, è attesa in Europa per effettuare il test del DNA. A spiegare questa possibilità è il legale della famiglia Celentano, Luigi Ferrandino, che ha spiegato la situazione durante un’ospitata a Mattino Cinque“Uno dei nostri contatti ha avvicinato la giovane donna per offrirle una collaborazione professionale. In quell’occasione, l’augurio è che questa persona riesca a prelevare un campione di saliva per poter effettuare il test del DNA”. 

 Una ragazza difficile da avvicinare

Per tutelare la privacy della ragazza, non è stato svelato il suo paese. In ogni caso, Ferrandino spiega che la famiglia Celentano ha ricevuto molte foto della giovane e che, la stessa mamma di Angela, ha avuto modo di notare una somiglianza con le sue figlie. 

Un impedimento, però, potrebbe essere dato dal fatto che la giovane sia difficile da avvicinare. L’avvocato spiega: “A causa di una famiglia molto facoltosa alle spalle, la ragazza ha una rete di protezione molto forte. Perciò per noi non risulta semplice riuscire ad avvicinarla”.