Nessuna violenza sessuale. È quanto è stato stabilito dai giudici della terza sezione penale del tribunale di Salerno. I cinque accusati di stupro da Sara Tommasi sono stati tutti assolti. Dopo un processo durato ben 9 anni, arriva l’assoluzione che scredita l’accusa fatta dalla showgirl per fatti risalenti al 2012. 

Leggi anche > Chiude in cantina le sue due ‘fidanzatine’ e le violenta: arrestato un ragazzo di vent’anni

L’accusa di stupro

Secondo quanto dichiarato da Sara Tommasi, la showgirl fu convinta nel 2012 dal suo ex manager Federico De Vincenzo e dal produttore Giuseppe Matera ad andare in un agriturismo a Buccino, in provincia di Salerno, per partecipare ad un set fotografico per un calendario di beneficenza, dove poi Tommasi sarebbe stata prima drogata e poi stuprata dai presenti. Ma secondo i giudici l’accusa della donna è infondata ed è arrivata la piena assoluzione ai cinque indagati.

 Video correlato: Violenza sulle donne, le ostetriche di Merate raccontano una fiaba finita male (Dailymotion)

Tutti Assolti

Dopo un lungo processo iniziato nel 2013, a margine di uno dei momenti più difficili della showgirl, gli imputati Federico De VincenzoFausto ZulliPino Igli Papali e il regista Max Bellocchio sono stati tutti assolti. Un altro indagato, il produttore Giuseppe Matera, fu condannato in primo grado a due anni e dieci mesi, con rito alternativo.

Entro 90 giorni si sapranno le motivazioni che hanno spinto i giudici a non credere alla versione rilasciata da Sara Tommasi, o quali dinamiche li abbiano portati a concludere che non ci fossero gli estremi giuridici per procedere a una condanna

Le accuse smentite

Sara Tommasi nella sua accusa aveva raccontato cosa era successo, secondo lei, nel periodo tra il 18 e il 21 settembre 2012. Secondo quanto riportato dalla showgirl, sarebbe stata tratta in inganno da Matera e De Vincenzo, che le avevano proposto la realizzazione di un suggestivo calendario a scopo benefico nell’agriturismo di Buccino. Arrivati sul posto, si sarebbe trovata davanti una semplice camera d’albergo e cinque uomini i quali, dopo averle fatto assumere della cocaina, avrebbero tutti abusato di lei. La donna denunciò l’avvenuto e disse di essere stata anche ripresa in un video che, in un secondo momento, avrebbe dovuto essere caricato sul web.