I rapporti tra Harry e William sono sempre più deteriorati. Ecco il racconto della rissa avvenuta tra i due. È stato versato del sangue

Il libro di Harry sta per uscire e rivelerà dei dettagli che creeranno sicuramente grande imbarazzo alla famiglia reale. Infatti, nonostante l’immagine che provano a dare di sé, i rapporti all’interno del Palazzo non sono così idilliaci.

Tutta colpa di Carlo che non è mai stato né un padre affettuoso né particolarmente presente per i figli.

In particolare, i rapporti con Harry sono sempre stati molto freddi. Quando il secondogenito è nato, sembra che l’ormai re abbia detto a Diana Spencer: “Meraviglioso! Mi hai dato un erede e una riserva. Ora il mio lavoro è terminato”.

L’uomo è sempre stato molto egoista e non ha mai fatto niente per favorire l’armonia in famiglia, troppo impegnato a curare solo i propri affari.

La rissa tra Harry e suo fratello William: versato un po’ di sangue blu

I rapporti tra Harry e William si sono deteriorati nel corso del tempo a causa dell’inasprirsi delle situazioni a palazzo, soprattutto dopo la nascita del primo figlio del principe e di Meghan Markle. Nel 2019 è avvenuto un episodio di grande rottura tra i due. Harry si trovava a Nottingham Cottage nel Kensington Palace. È a quel punto è arrivato William che desiderava discutere della “catastrofica storia della loro relazione”. Tuttavia, il futuro re d’Inghilterra era già visibilmente arrabbiato e sul piede di guerra. Infatti, immediatamente passa a insultare Meghan, descrivendola come una “maleducata, difficile e arrogante”. Tuttavia, secondo Harry il fratello si era fatto influenzare da ciò che aveva letto sui giornali, non da una reale valutazione dei fatti.

Harry ha raccontato che le cose sono velocemente degenerate. William aveva un atteggiamento molto irruento e il secondogenito gli ha detto: “Willy, non riesco a parlarti quando sei così”, provando ad offrirgli un bicchiere d’acqua. Tuttavia, il duca di Cambridge non sembrava disposto a fermarsi e accettare quella proposto. A quel punto il principe ha raccontato: “Ha posato il bicchiere, mi ha lanciato un insulto e mi ha attaccato. È successo tutto velocemente, mi ha preso per il colletto, ha strappato la mia collanina e mi ha scagliato a terra. Sono atterrato sulla ciotola del cane che è andata in frantumi con i cocci che mi si sono infilati nella carne. Mi sono fermato per un attimo, allucinato, poi mi sono alzato e gli ho detto di andarsene”. Essendosi conficcate nella carne, il giovane avrà sicuramente iniziato a sanguinare.

Neanche questo serve a calmare il fratello che, come un toro alla vista del rosso, diventa una furia. Infatti, continua a intimarlo di provare a reagire e a colpirlo, fino a che decide di andarsene via. Tuttavia, poco dopo, colpito da grandi sensi di colpa, torna indietro e dice al fratello: “Non hai bisogno di dirlo a Meghan”. A quel punto Harry risponde: “Cosa, che mi hai attaccato?”. William prova a giustificarsi: “Non ti ho attaccato, Harold”. Harry a quel punto decide di chiamare il suo psicoterapeuta per chiedergli sostegno e poco dopo appare Meghan che nota i lividi del ragazzo sulla schiena e gli domanda cosa sia successo. È una storia infinitamente triste.