Cosa ci aspetta dal punto di vista meteorologico per la prima settimana dell’anno? Ecco le previsioni e le proiezioni degli esperti.

Negli ultimi giorni le previsioni meteo per la settimana della Befana sono decisamente cambiate. Arriverà il vero freddo o continueremo con temperature fuori stagione? Vediamo cosa ci aspetta per la prima settimana del nuovo anno.

Il meteo nella settimana dell’epifania

Le proiezioni meteorologiche per i prossimi giorni sono cambiate. D’altronde è così, le previsioni a lungo termine possono fornire una stima del tempo che vedremo ma non possono mai essere certe al 100%.
Questo perchè alcuni fenomeni naturali come correnti di aria, cicloni o anticicloni spesso non possono essere previste, e possono modificare il corso degli eventi stimati dagli esperti.

Proprio per l’inizio del nuovo anno siamo infatti davanti a un cambio di programma da parte del meteo.
Fino ad oggi l’inverno è stato molto clemente. Raramente nelle città italiane si sono viste temperature veramente fredde, in alcune città le minime hanno superato di parecchi gradi quelli che, di norma, erano indicati come i valori massimi stagionali.

Il clima sta cambiando di stagione in stagione, possiamo vederlo chiaramente. Estati sempre più lunghe e calde, stagioni intermedie veramente brevi e inverni miti e periodi di vero freddo molto rari. Per quest’ anno sembra che dovremo tollerare la clemenza di un inverno sopra le righe ancora per un po’. Per i primi giorni dell’anno erano attese temperature più basse e gelate, invece gli amanti del freddo dovranno aspettare ancora . Sulla nostra penisola infatti persiste un forte anticiclone che lascia spazio solo a brevissime perturbazioni ma mantiene sia le temperature minime che le massime decisamente sopra la media e probabilmente continuerà imperterrito almeno fino al 6 di gennaio.

Cosa aspettarsi dopo la Befana

Tuttavia c’è una speranza di vedere arrivare il freddo sulle regioni italiane. Una volta superato il giorno della Befana, nel week end potrebbe arrivare il tanto atteso cambiamento, la svolta alla stagione invernale. È previsto infatti che possa attivare sul nostro paese una corrente di aria gelida artico-polare. I meteorologi, grazie alle immagini dai satelliti, hanno stimato che per l’8 di gennaio potremmo vedere abbattersi sulla penisola italiana correnti di aria gelida provenienti da nord ovest, le quali, scontrandosi con le attuali correnti, potrebbero alimentare dei vortici ciclonici a largo dei mari.

Sono attesi quindi drastici cali di temperatura che ci farebbero rientrare nelle medie del periodo. In aggiunta c’è da aspettarsi anche l’arrivo di qualche perturbazione con precipitazioni improvvise su gran parte delle regioni italiane.

Con una simile situazione bisognerà monitorare le temperature, in quanto non è escluso che possano permettere alla neve di arrivare fino a bassa quota o anche in pianura. Qualora ciò accadesse, il fenomeno si verificherebbe principalmente nelle regioni del Nord Italia.

Ovviamente la previsione di questo cambio di rotta resta al condizionale, in quanto con il meteo a lungo termine nulla è mai certo, per quanto sarebbe ora che il clima seguisse il suo regolare corso.